Risparmio idrico

L'acqua potabile è un bene insostituibile, senza il quale non sarebbe possibile la vita sulla Terra.

La superficie terrestre è composta per oltre il 70 % di acqua, di cui il 97 % è costituito da acqua salata e solo il 3 % da acqua dolce. Se poi si considera che la maggior parte di quest'ultima è racchiusa in ghiacciai e falde sotterranee difficilmente accessibili, è chiaro che siamo di fronte a una risorsa tutt'altro che illimitata.

Consumo domestico di acqua

Una persona consuma ogni giorno mediamente ca. 140 litri d'acqua potabile, ripartiti nel modo seguente:

bere e cucinare: ca. 3 litri
irrigazione: ca. 5 litri
lavaggio stoviglie: ca. 8 litri
cura del corpo: ca. 8 litri
pulizie e lavaggio auto: ca. 10 litri
bucato: ca. 17 litri
doccia e bagno: ca. 42 litri
WC: ca. 45 litri

Il consumo domestico di acqua potabile andrebbe limitato mediante opportuni accorgimenti e, ove possibile, sostituito con acqua piovana, senza per questo rinunciare alle proprie comodità.


Quanta acqua consuma la mia famiglia?

Il consumo totale di acqua potabile in una famiglia può essere determinato utilizzando i dati della bolletta annuale emessa dal Comune o dalla società fornitrice. Il calcolo si effettua come segue:

Quantità d'acqua fatturata = _____ m³ all'anno
Conversione in litri (x 1.000) = _____ litri all'anno
Consumo quotidiano (: 365) = ____ litri al giorno
Consumo quotidiano pro capite
(: n. componenti famiglia) = _____ litri al giorno e a persona

Per ridurre il consumo domestico di acqua, provate ad attuare i semplici consigli riportati qui di seguito. Senza troppi sforzi e senza rinunciare alle proprie comodità, si possono risparmiare almeno 40 litri d'acqua al giorno e a persona.

Alcuni consigli per risparmiare

  • Quando ci si lava i denti, le mani o si fa la doccia, aprire il rubinetto solo per il tempo strettamente necessario;
  • far riparare tempestivamente i rubinetti che perdono;
  • fare la doccia anziché il bagno;
  • dotare lo sciacquone di tasto di bloccaggio
dell'erogazione o ridurne la portata;
  • non lavare i piatti utilizzando acqua corrente;
  • usare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico;
  • applicare frangigetto o regolatori di flusso ai rubinetti di doccia, lavandino e bidè;
  • ove possibile, utilizzare l'acqua piovana.

Quanta acqua si può risparmiare

Chi chiude il rubinetto mentre si lava i denti, si insapona o si rade, risparmia 15 litri circa di acqua al giorno e a persona.

Una doccia di 5 minuti fa risparmiare all'incirca 110 litri di acqua rispetto al bagno nella vasca .

Applicando un regolatore di flusso ai rubinetti dei lavandini, una famiglia tipo può risparmiare mediamente 30 litri di acqua al giorno.

Un rubinetto che perde 10 gocce al minuto comporta uno spreco d'acqua pari a circa 150 litri al mese, ossia ben 1.800 litri all'anno.

L'impiego di un riduttore di portata nello sciacquone permette di risparmiare circa 24 litri d'acqua al giorno e a persona.

Acqua piovana

L'acqua piovana può essere impiegata in molti ambiti della vita domestica, per esempio per irrigare orti e giardini, per fare le pulizie o lavare l'automobile, per il bucato e il WC.

Utilizzare l'acqua piovana è molto semplice. Dal tetto può essere convogliata mediante la grondaia in un'apposita cisterna. Da qui l'acqua, opportunamente filtrata, può essere prelevata tramite una pompa e indirizzata ai punti di utilizzo, per es. il WC.

L'impiego di un impianto di raccolta dell'acqua piovana permette di ridurre fino al 45 % i propri consumi di acqua potabile.

Ulteriori informazioni:

www.centroconsumatori.it


Foglio Informativo WA56 - Situazione al 01/2016