Indice dei consumi elettrici

Risparmiare oltre 100 euro l'anno sulla bolletta elettrica

Adottando alcuni semplici accorgimenti, una famiglia tipo (consumo annuo 2700 kWh) può risparmiare almeno il 20 per cento di corrente, pari a circa 110 euro l'anno.
Il problema è che molte persone non han-no la minima idea sull'entità dei loro con-sumi, né sulle possibilità di risparmio.

L'indice dei consumi elettrici, un utile strumento di controllo

L'indice dei consumi elettrici (ICE), elabo-rato dal Verbraucherzentrale-Bundesverband tedesco, permette di de-terminare un valore-obiettivo riferito alle propria situazione familiare e quindi di quantificare il possibile margine di rispar-mio sul medio e lungo periodo.

L'ICE si calcola nel modo seguente:

Per nuclei familiari senza scaldacqua elettrico:
numero componenti x 500 kWh + 500 kWh = valore-obiettivo in kWh

Per nuclei familiari con scaldacqua elettri-co:
numero componenti x 500 kWh + 500 kWh + (numero componenti x 500 kWh) = valore-obiettivo in kWh

Se i vostri consumi elettrici risultano superiori al valore-obiettivo ottenuto con il precedente calcolo, allora è necessario correre ai ripari.
Una prima riduzione pari al 20 per cento circa di energia, ossia 100 euro circa, si può ottenere semplicemente sostituendo le normali lampadine con lampadine a basso consumo, spegnendo completa-mente tutti gli apparecchi che di solito vengono lasciati in stand by, nonché sostituendo il frigorifero e/o il congelatore che sono in uso da molti anni. Secondo il Verbraucherzentrale-Bundesverband, l'investimento per nuovi apparecchi elettrici in sostituzione di quelli obsoleti permette di ridurre fino al 50 per cento i consumi elettrici nel medio periodo.

Esempio di calcolo

Una famiglia di due persone consuma annualmente 3.200 kWh di elettricità; la produzione di acqua calda sanitaria è garantita dalla caldaia installata in cantina. In tal caso l'ICE si calcola come segue:

2 persone x 500 kWh + 500 kWh = 1.500 kWh

Il risultato di questo calcolo è il nostro va-lore-obiettivo, pari a 1.500 kWh. Da esso si evince che la famiglia in questione può ridurre i suoi attuali consumi di ben 1.700 kWh (3.200 kWh – 1.500 kWh), ossia del 53 per cento.
Attuando subito alcune semplici misure contro gli sprechi, si può ottenere a breve un risparmio di 650 kWh circa di elettricità, pari al 20 per cento dei consumi effettivi attuali.

Il risparmio economico si aggira sui 130 euro circa nel breve periodo e fino a 340 euro nel medio periodo.

Potenzialità di risparmio per una famiglia di due persone

  • sostituendo 4 lampadine tradizionali (da 60 W) con lampadine a basso consumo (11 W) si risparmiano subito 50 euro sulla bolletta elettrica annua.
    Ma attenzione: le lampadine a basso con-sumo sono fonte di inquinamento elettro-magnetico! Pertanto vanno impiegate solo dove sia garantita un'adeguata distanza tra corpo illuminante e le persone che si trattengono nella stanza;
  • evitando di lasciare gli apparecchi in stand by si risparmiano circa 86 euro;
  • le prese multiple ("ciabatte") con interrut-tore generale permettono di spegnere completamente l'80 per cento degli apparecchi elettrici presenti in un'abitazione, risparmiando oltre 80 euro circa l'anno;
  • altri 23 euro si possono risparmiare sosti-tuendo il frigo-congelatore obsoleto con un apparecchio di nuova generazione che garantisca un'alta efficienza in termini di consumi energetici;
  • eliminando il frigorifero in uso da 20 anni e oltre per acquistarne uno di classe A++, si risparmiano fino a 33 euro sulla bolletta elettrica;
  • eliminando invece un congelatore in uso da 13 anni per sostituirlo con uno di clas-se A++, si risparmiano fino a 65 euro;
  • l'acquisto di un nuovo asciugabiancheria permette di risparmiare fino a 32 euro rispetto a un apparecchio di vecchia concezione;
  • un televisore con tubo catodico o LCD permette di risparmiare circa 85 euro l'anno rispetto a un apparecchio al plasma (utilizzo medio giornaliero 4,5 ore).

Fonte: www.vzbv.de
(Verbraucherzentrale-Bundesverband)

Tariffa dell'energia elettrica:
I calcoli e le stime di cui sopra si riferisco-no a una tariffa dell'elettricità pari a 0,20 euro/chilowattora.

Ulteriori informazioni:
www.centroconsumatori.it
www.vzbv.de


Foglio informativo WA116 – Situazione 10/2014