Caro-benzina

I consigli per risparmiare

Il prezzo dei carburanti sale ormai quasi quotidianamente. Ridurne il consumo conviene dunque sempre di più e non è affatto difficile. A questo riguardo c'è sempre qualcosa da imparare, anche per gli automobilisti più esperti.

Risparmiare benzina fa bene non solo al portafogli, ma anche all'ambiente. Di seguito ecco alcuni suggerimenti al riguardo:

  • limitare l'uso dell'automobile: bici, trasporti pubblici, car-sharing e simili sono valide alternative all'auto privata (si consideri, tra l'altro, che il 33 % degli spostamenti è inferiore ai 3 km);
  • preferire auto a basso consumo: quando si acquista l'auto nuova, sarebbe opportuno tenere conto anche dei consumi;
  • rifornimento intelligente: i benzinai sono tenuti a esporre in modo ben visibile i prezzi praticati, cosa che facilita il confronto per il consumatore; in alcune zone è normale recarsi a fare il pieno oltre confine;
  • stile di guida: accelerare con dolcezza, cambiare rapidamente e quindi procedere con la marcia più alta possibile e a velocità costante. Evitare di cambiare con frequenza. Viaggiare in quarta o in quinta marcia anche in città. Adottare uno stile di guida previdente, ricordando che l'uso continuo dei freni dissipa energia. Ove possibile, sfruttare il freno-motore. Questi semplici accorgimenti permettono di risparmiare fino al 10-20 % di carburante;
  • togliere dall'auto oggetti pesanti e inutilizzati; si rammenti che il consumo di carburante sale del 10-15 % con il portapacchi vuoto e anche del doppio con il portapacchi carico;
  • pneumatici: gli esperti consigliano di aumentarne leggermente la pressione (0,2 bar) e di controllarli regolarmente;
  • quando si mette in moto, non attendere che il motore si riscaldi, ma partire subito;
  • spegnere il motore in caso di sosta: conviene anche quando si sta fermi solo per una ventina di secondi, a patto che il motore sia già caldo;
  • tutti gli apparati elettrici consumano carburante: è il caso dell'impianto stereo, del riscaldamento incorporato nei sedili e del climatizzatore (da usare solo se strettamente necessario; attivarlo occasionalmente anche d'inverno). Per produrre un chilowatt di elettricità serve quasi 1 litro di carburante;
  • secondo l'ADAC (automobil-club tedesco) gli effetti dei dispositivi per il risparmio di carburante non sono accertabili. Ciò è confermato anche da studi condotti da istituti di controllo indipendenti. Affinché motore e impianto di avviamento funzionino a puntino, è necessario effettuare regolarmente il cambio dell'olio (ev. usare olio sintetizzato), tenere i filtri puliti, eliminare incrostazioni e sudiciume dalle spine dei cavi, verificare l'efficienza di cavi d'accensione e candele;
  • evitare le velocità elevate: un'automobile lanciata a 160 km/h consuma all'incirca il 45 % di più che a 120 km/h.


Foglio informativo VT04 - situazione al 02-2011